Informazioni che devono essere riportate sull’etichetta di un prodotto chimico

Informazioni che devono essere riportate sull’etichetta di un prodotto chimico

  1. Fornitore o produttore: nome, indirizzo e numero di telefono
  2. La quantità della sostanza o del preparato  (se non specificata in un altro punto dell’imballaggio)
  3. Identificatori del prodotto
  4. Pittogrammi di pericolo
  5. Avvertenze
  6. Indicazioni di pericolo
  7. Consigli di prudenza
  8. Informazioni supplementari

Denominazione della sostanza o del preparato

Il termine usato deve essere lo stesso di quello della SDS, in accordo con l’articolo 31 del REACH

In caso di sostanza:

  1. Denominazione Allegato VI (parte A)
  2. Denominazione che appare nel “C&L inventory”
  3. Numero CAS
  4. Nome IUPAC

In caso di preparato va riportato:

Nome commerciale o designazione del preparato Nome di tutte le sostanze nella miscela che contribuiscono alla classificazione in:

  1. Tossicità acuta
  2. Corrosione della pelle
  3. Lesioni oculari gravi
  4. Mutagenicità
  5. Cancerogenicità
  6. Tossicità per la riproduzione
  7. Sensibilizzazione respiratoria o cutanea
  8. STOT (SE e RE)
  9. Pericolo  in  caso di aspirazione

Pittogrammi di pericolo (Hazard Pictograms)

•Sono costituiti da un simbolo e altri elementi grafici (bordo, sfondo..)

hazard pictograms

 

Dimensione: Ogni pittogramma deve coprire almeno un quindicesimo della superficie dellÂ’etichetta, ma non deve essere inferiore a 1 cm2 Inoltre il bordo rosso deve essere sufficientemente largo da risultare chiaramente visibile

Annunci

Uso previsto e destinazione d’uso

Uso Previsto:

Facciamo un esempio di apparecchiatura elettrica che profuma ambienti. (elettroemanatore)

Il prodotto ha la funzione, una volta collegato ad una presa di corrente di diffondere del profumo per ambienti.
Non adatto allÂ’utilizzo initerrotto: di notte va scollegato, mancando il presidio. Ad esempio per gli animali domestici.

Il prodotto è progettato per un uso domestico o similare, quindi deve essere sicuro anche con presenza di persone diversamente abili o bambini.

Ogni altro uso è da considerarsi improprio e non prevedibile

Queste indicazioni forniscono informazioni all’utilizzatore su come comportarsi con l’apparecchiatura. In questo caso il destinatario d’uso è un consumatore e non va lasciato nulla per scontato, in quanto non è prevista nessuna formazioni specifica per l’uso.

Specificare bene l’uso del prodotto tutela meglio il responsabile del prodotto in caso di usi impropri. Spesso gli incidenti avvengono tramite l’utilizzo improprio del prodotto o la manipolazione dello stesso.