Classificazione Etichettatura

Classificazione Etichettatura

Ogni prodotto venduto all’interno dell’Unione Europea deve fornire delle informazioni minime. Le regole cambiano a seconda di vari parametri. Il primo criterio è il destinatario: se è un consumatore bisogna seguire le regole del codice del consumo oltre a tutte le altre, invece se è un impresa solo le regole specifiche del prodotto.
In ogni caso ci deve essere sempre scritto la ragione sociale di chi lo immette sul mercato. Oramai è una prassi consolidata che i vari rivenditori nascondono il nome del produttore mettendo il proprio. Così facendo si assumono delle responsabilità maggiori sul prodotto.
I Europa ogni prodotto deve essere sicuro, sempre e in ogni caso. Ma esistono sempre dei rischi residui, degli usi impropri che possano causare dei pericoli. L’etichetta deve allertare l’utilizzatore e avvertirlo su cosa fare.

Un altro argomento molto controllato è l’Origine del prodotto. Tutti i prodotti importati da extra UE devono informare l’acquirente sulla corretta origine. Mettere la propria ragione sociale senza avvertire che il prodotto non è fatto in Europa, da una falsa informazione di origine e viene sanzionato.

I loghi messi sulla confezione hanno un significato e metterli a caso copiando i propri concorrenti non è sempre una buona idea. Quando decido di mettere un logo dichiaro qualcosa. Siete sicuri di conoscere quello che dichiarate con i vostri prodotti sul mercato?

Annunci